Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notiziario Comunicati Stampa “Il Mio Gesù” di Beppe Dati sostiene il progetto del nuovo ospedale di Stella Maris a Cisanello L’IRCCS e il Lions Club Pisa Certosa insieme per un concerto di Natale che è un viaggio sempre nuovo nella poesia in musica
Azioni sul documento

“Il Mio Gesù” di Beppe Dati sostiene il progetto del nuovo ospedale di Stella Maris a Cisanello L’IRCCS e il Lions Club Pisa Certosa insieme per un concerto di Natale che è un viaggio sempre nuovo nella poesia in musica

Pisa – “Il Mio Gesù”, la straordinaria opera musicale di Beppe Dati che ripercorre la vita di Gesù attraverso la narrazione di chi lo ha incontrato diventa l’evento solidale del Natale Pisano a sostegno del nuovo Ospedale che l’IRCCS Fondazione Stella Maris dal 2017 costruirà nell’area di Cisanello. Il nuovo Ospedale rilancia la missione a cui da oltre 50 anni, con grande umanità e passione, si dedica l’Istituto di Calambrone. Ad affiancare la Stella Maris in quello che è ormai diventato il tradizionale appuntamento benefico per le famiglie è il Lions Club Pisa Certosa. Lo spettacolo, i cui proventi andranno totalmente a favore del modernissimo complesso architettonico della Stella Maris, andrà in scena mercoledì 14 dicembre alle ore 21 al Teatro Verdi di Pisa. Si tratta di uno spettacolo unico nel suo genere, non è un musical ma poesia in musica di una vita che ha cambiato la storia del mondo. E’ prevista la partecipazione straordinaria di Paolo Vallesi che interpreterà la canzone “Natale in Volo”.

Il nuovo Ospedale della Fondazione Stella Maris sorgerà a Cisanello, nell'area compresa tra via Cisanello e via Bargagna. La nuova struttura risponderà alle esigenze di maggiore comfort, migliorata sicurezza e tecnologia a favore dei bambini e degli adolescenti ricoverati. Verrà realizzato su un'area di terreno di 27.840 mq e si svilupperà inizialmente su una superficie complessiva di circa 9.500 mq. Un complesso architettonico che come un girotondo si sviluppa leggero, un veliero bianco dalle linee morbide sul quale il bambino attraversa sicuro la malattia, le cui vele sono richiamate idealmente dagli elementi in materiale leggero, quasi un tessuto, che "avvolgono" le superfici vetrate. La nuova struttura, innovativa sotto il profilo architettonico per le sue avanzate soluzioni, oltre a riconfermare la vocazione di eccellenza nell’assistenza e nella ricerca dell'Istituto, sarà costruita a misura di bambino e con un elevata qualità dell’accoglienza per la famiglia del piccolo paziente. Un’attenzione che si coglie in ogni più piccolo dettaglio del progetto che farà della Stella Maris un centro sempre più all’avanguardia per la diagnosi, la cura e la ricerca di gravi e complesse malattie della mente e del cervello come il ritardo mentale, l’autismo, le paralisi cerebrali, l’epilessia, i disturbi alimentari - solo per citarne alcuni -, avvalendosi di laboratori e di metodiche diagnostiche avanzati (neuroimmagini, neurogenetica e meccatronica).

Conferenza Stampa 09.12.2016

La Fondazione Stella Maris. E’ l’unico Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) con sede principale in Toscana e il solo in Italia dedicato esclusivamente all’assistenza e ricerca nell’ambito della Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza. È una struttura d’avanguardia che coniuga i migliori livelli di cura con un’elevata qualità della ricerca scientifica nell’ambito delle Neuroscienze. IRCCS Fondazione Stella Maris è ora impegnata nella costruzione del nuovo ospedale di ricerca a Pisa. La Fondazione Stella Maris si avvale di metodiche e tecniche diagnostiche avanzate, sia sotto il profilo della neurogenetica e della bioingegneria applicata alla medicina, sia sotto quello della neuroimmagini. E’ infatti sede di Imago7, la prima Risonanza magnetica in Italia a campo ultra alto.

 

Lions Club Pisa Certosa. E’ un'associazione umanitaria di volontari che si compone di club i cui soci dedicano il proprio tempo e le proprie risorse alla comunità di cui fanno parte.

 

La Fondazione Teatro di Pisa ha tra i suoi compiti istituzionali la diffusione della cultura musicale. Quando la promozione culturale dei cittadini con particolare riguardo ai giovani, si accompagna alla diffusione di alti valori morali e sociali, è lieta ed onorata di ospitare eventi come quello promosso dalla Fondazione Stella Maris che perseguono finalità volte al sostegno di Progetti che valorizzano lo spirito solidale di una società civile.

 

Lo spettacolo.  L’Opera musicale di Beppe Dati sarà il cuore del messaggio che la Stella Maris lancia in occasione del Natale alle famiglie e alla Toscana. La critica e il pubblico hanno definito questa opera  “un vero e proprio capolavoro “ che nasce dall’incontro del grande musicista e paroliere fiorentino Beppe Dati - autore tra l’altro di canzoni  scritte per Francesco Guccini, Laura Pausini, Marco Masini, Raf, Mia Martini - con la realtà di Scienza e di Amore quale è la Fondazione Stella Maris. Quello che Beppe Dati porta in scena è poesia in musica e parole, uno spettacolo dolce e forte che ripercorre la vita di Gesù così come raccontata in prima persona dai protagonisti che quella storia hanno vissuto. Quello che ne esce è un’Opera corale i cui valori si sovrappongono per profondità a quelli che muovono la Stella Maris nel suo quotidiano a sostegno dei bambini, dei ragazzi e delle loro famiglie.

 

Perché mettere in scena Il mio Gesù”?

La genesi di questa Opera Musicale unica nel suo genere la spiega bene Beppe Dati: “L'idea “nuova” consiste in una sorta di Vangelo cantato, o se vogliamo di piccola opera musicale moderna (non un musical!) che ha come trama la storia di Gesù, raccontata in prima persona dai protagonisti che quella storia hanno vissuto.

Visti i tempi di grande assenza di valori che da anni stiamo vivendo, con un relativismo precipitato nel nichilismo, mi sembra che questo progetto, una volta realizzato, potrebbe aiutare tante persone a ritrovare una strada da percorrere. “Il mio Gesù“ è quindi il mio piccolo contributo alla riscoperta della nostra essenza.”

 

Biografia. Beppe Dati inizia la sua avventura nella musica con i gruppi giovanili fiorentini, imboccando una sua personalissima strada da cantautore che Ennio Melisi premia con la registrazione di un 33 giri per RCA italiana. La rivelazione come autore avviene al Festival di Sanremo del 1989 con “Cosa resterà degli anni 80” cantata da Raf per cui firma brani per i due album successivi. Nel 1990 sempre alla kermesse sanremese vince nella sezione novità con “Disperato” e vince anche l’anno dopo con “Le persone inutili”. Ancora Sanremo, nel 1992 scrive per Mia Martini “Gli uomini non cambiano” e sempre tra i campioni arriva al terzo posto con “La forza della vita”, decretando il successo dell’estate con “Brutta”. Ma è nel 1999 che nasce l’importante collaborazione con Laura Pausini per il CD “Le cose che vivi”, l’album successivo“Trateeilmare”- dovefirmatuttiibrani-equellodopopercuiscrive “Celeste”. Nel 2004 a Sanremo vince il primo premio con “L’uomo volante” e il Festival gli assegna il premio per il miglior testo. Per Francesco Guccini compone quattro canzoni per i suoi ultimi tre album: “Cirano”, “Don Chisciotte”, “Colombo” e per “L'ultima Thule”, “Quel giorno di aprile”. E’ con “Robin Hood” - prima sua opera musicale - che per Beppe Dati si aprono le porte dei più importanti teatri italiani. Interpretato da Manuel Frattini, con 230 repliche lo spettacolo percorre l’intera penisola facendo breccia nel cuore del pubblico dal Piemonte alla Sicilia

 

Il Mio Gesù, scritto da Beppe Dati

Con la partecipazione di Paolo Vallesi che interpreterà la canzone ‘’ Natale in volo ‘’

Interpreti: Monica Bauco, Marilena Catapano, Beppe Dati, Marco Fontana, Matteo Germani, Simone Gaggioli, Benedetta Giuggioli, Massimo Grigo’, Alessio Mattolini, Tommaso Merlini, Elena Nencetti, Oscar Nini, Nicola Pecci, Elisa Vitiello, Scuola di danza ‘’ E. Ghezzi ‘’ – Pisa, Coro “Insieme per Caso” diretto dal maestro Fabrizio Berni.

 

Service audio e luci: Antonio Di Milta - Tecnico audio: Andrea Bertini (Cardello) - Scenografie video: Alessandro Salaorni 

Arrangiamenti: Lorenzo Piscopo – Regia: Beppe Dati

 

 

I biglietti saranno disponibili presso il botteghino del Teatro Verdi - Via Palestro, 40, 56127 Pisa PI

telefonicamente con carta credito chiamando 050 941188 dalle ore 14.00 alle ore 18.00 da martedì a sabato

 on-line su www.vivaticket.it.o scrivere mail a: concertonatale2016@fsm.unipi.it


Costo biglietti:

platea a palchi 1° ordine 25,00

palchi 2° e 3° ordine 20,00

galleria 10,00

Ultime notizie
17/07/2019 Telethon finanzia progetto di ricerca su una rara malattia metabolica dell’IRCCS Fondazione Stella Maris C’è anche l’IRCCS Fondazione Stella Maris tra i progetti finanziati da Fondazione Telethon in Toscana per complessivi 660 mila euro. Il progetto scelto come il migliore riguarda infatti una rara malattia metabolica, il deficit di trasporto della creatina, il progetto di Laura Baroncelli dell’IRCCS Fondazione Stella Maris. L’impatto di questa patologia è soprattutto a livello del cervello: i bambini che ne sono affetti presentano infatti disabilità intellettiva già in età precoce, epilessia e comportamenti di tipo autistico. Al momento non esistono cure: obiettivo di questo progetto, che si svolgerà in partnership con l’Istituto italiano di tecnologia, sarà mettere a punto nel modello animale un approccio di terapia genica, che consenta tramite un vettore di origine virale di trasferire una versione corretta del gene difettoso direttamente nel cervello nel modello animale della malattia e poi nell’uomo. Il trasferimento genico a livello cerebrale è particolarmente difficile, perché occorre superare la barriera emato-encefalica che normalmente ha il compito di proteggere il nostro cervello da “intrusioni” esterne. I ricercatori studieranno inoltre, mediante tecniche innovative di imaging cerebrale, come i circuiti nervosi del cervello sono influenzati da questo difetto genetico nelle diverse fasi della progressione della malattia.
17/07/2019 Al via oggi alla Summers School dedicata alla ricerca nell’ambito della riabilitazione infantile: oltre 30 studenti provenienti da tutta Europa per 5 giorni con i maggiori esperti internazionali al corso di ricerca dell’Università di Pisa con il sostegno Pisa, 15 luglio 2019 - “Evidence based medicine and research in rehabilitation of childhood disability”, è il titolo della Summer School promossa e coordinata dal prof Giovanni Cioni, Professore di neurologia infantile e psichiatria dell’Ateneo Pisano, Presidente dell'EACD e Direttore scientifico dell’IRCCS Fondazione Stella Maris, che oggi alle ore 9 ha preso avvio al Centro Congressi Le Benedettine di Pisa nell’ambito delle Summer School che l’Università di Pisa promuove in diversi campi, quali ad esempio le materie umanistiche, l’ingegneria, la matematica, le scienze e altri ancora. Ad aprire l’evento è stato il Professor Paolo Mancarella, Rettore dell'Università di Pisa,che ha portato i saluti ai partecipanti, sottolineando l’importanza di questo percorso formativo nell’ambito di un settore rilevante delle neuroscienze.
10/07/2019 La Parrochia "La Madonna" San Romano (PI) presenta IL MIO GESU' Un Opera di Beppe Dati 15 Settembre 2019 ore 21.15 Chiostro del Convento Francescano San Romano (Pisa) Con il patrocinio della Fondazione Stella Maris
29/05/2019 Traiettorie psicopatologiche dal neonato all’adulto così l’edizione XII delle Giornate Pisane di psichiatria e psicofarmacologia clinica evidenzia le relazioni dal feto al neonato e all’adulto. Presidente la professoressa Liliana Dell’Osso, vicepresidente professor Giovanni Cioni Il 28 e 29 maggio un congresso scientifico all’Hotel Galilei (via Darsena 1)
18/04/2019 UNIC – LINEAPELLE Concerie Italiane ha donato le uova di Pasqua per i bambini e i ragazzi ospiti delle varie sedi della Fondazione Stella Maris, la consegna è avvenuta all’insegna della gioia con i clown “I libecciati” Calambrone (Pisa) - Un dolcissimo dono, in vista della Pasqua, per tutti i bambini e i ragazzi ricoverati nelle varie sedi della Fondazione Stella Maris. E’ quello che UNIC LINEAPELLE, Concerie Italiane, ha voluto fare ieri pomeriggio consegnando decine di uova di cioccolato agli ospiti dell’Istituto di Calambrone (Pisa) e dei Centri di San Miniato e di Montalto di Fauglia. Un regalo che sottolinea il percorso di responsabilità sociale che UNIC ha deciso di intraprendere a favore del IRCCS Fondazione Stella Maris, condividendo l’obiettivo di sostenere il nuovo Ospedale dei bambini che l’Istituto è in procinto di realizzare nell’area di Cisanello a Pisa. Una partnership che, come un seme, sta generando momenti di intensa collaborazione e la donazione odierna rientra in questo cammino condiviso. “Abbiamo allo studio una serie di iniziative a supporto delle attività della Fondazione Stella Maris”, dichiara Fulvia Bacchi Amministratore delegato UNIC.
Altre notizie…