Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notiziario Comunicati Stampa Al via a Pisa al convegno sul bambino con ritardo del linguaggio nei primi tre anni di vita
Azioni sul documento

Al via a Pisa al convegno sul bambino con ritardo del linguaggio nei primi tre anni di vita

Venerdì e sabato 9 -10 febbraio all’Hotel Galilei, via Darsena 1 a Pisa

Pisa - II mio bambino ha 2 anni e non parla, cosa devo fare? Questa è una domanda che molti genitori si pongono quando i loro bambini nel secondo e terzo anno di vita non parlano ancora o dicono poche parole. Il ritardo di comparsa del linguaggio rappresenta uno dei più frequenti motivi di consultazione clinica nei primi anni di vita, essendo un fenomeno  che si manifesta in circa il 10%-15% dei bambini di questa età. Anche se in molti casi il ritardo viene superato spontaneamente, senza difficoltà, non sempre è giustificato un atteggiamento di attesa,  in quanto in età precoce il ritardo del linguaggio può sottendere problemi evolutivi diversi quali ad es. disturbi emotivi, cognitivi e  comunicativo- relazionali. Se un bambino tra 2 e 3 anni parla poco o male è quindi consigliabile consultare uno specialista dello sviluppo quale il neuropsichiatra infantile, per cercare di individuare i motivi alla base del ritardo.

La ricerca degli ultimi 20 anni ha messo in evidenza che anche i bambini che presentano come unico problema un ritardo del linguaggio, i cosiddetti  “parlatori tardivi” (late talkers secondo la letteratura anglosassone) costituiscono una popolazione a rischio per difficoltà di linguaggio, disordini emozionali e  successivi problemi di apprendimento.

Il convegno “Inquadramento clinico e percorsi di trattamento nel bambino con ritardo del linguaggio nei primi tre anni di vita”,  organizzato dai responsabili scientifici,  la dott.ssa Anna Maria Chilosi neuropsichiatra infantile e la dott.ssa Renata Salvadorini  logopedista, dell’ IRCCS Fondazione Stella Maris nei giorni di venerdì e sabato 9-10 Febbraio, a Pisa presso l’Hotel Galilei si occuperà di delineare le prassi migliori per identificare e intervenire in questi casi. Interverranno i massimi esperti nazionali del settore a cui spetterà il compito di inquadrare da un punto di vista multidisciplinare il problema della diagnosi precoce dei disturbi del linguaggio e della comunicazione e della eventuale presa in carico riabilitativa. Problemi così complessi non possono essere affrontati da un unico specialista soprattutto in una età in cui i processi di sviluppo sono strettamente legati e con alto potenziale di modificabilità grazie ai meccanismi della plasticità cerebrale, che appare sfruttabile appieno per evitare sequele successive.

Anna Chilosi - Neuropsichiatra Infantile e Renata Salvadorini - Logopedista
Ultime notizie
17/07/2019 Telethon finanzia progetto di ricerca su una rara malattia metabolica dell’IRCCS Fondazione Stella Maris C’è anche l’IRCCS Fondazione Stella Maris tra i progetti finanziati da Fondazione Telethon in Toscana per complessivi 660 mila euro. Il progetto scelto come il migliore riguarda infatti una rara malattia metabolica, il deficit di trasporto della creatina, il progetto di Laura Baroncelli dell’IRCCS Fondazione Stella Maris. L’impatto di questa patologia è soprattutto a livello del cervello: i bambini che ne sono affetti presentano infatti disabilità intellettiva già in età precoce, epilessia e comportamenti di tipo autistico. Al momento non esistono cure: obiettivo di questo progetto, che si svolgerà in partnership con l’Istituto italiano di tecnologia, sarà mettere a punto nel modello animale un approccio di terapia genica, che consenta tramite un vettore di origine virale di trasferire una versione corretta del gene difettoso direttamente nel cervello nel modello animale della malattia e poi nell’uomo. Il trasferimento genico a livello cerebrale è particolarmente difficile, perché occorre superare la barriera emato-encefalica che normalmente ha il compito di proteggere il nostro cervello da “intrusioni” esterne. I ricercatori studieranno inoltre, mediante tecniche innovative di imaging cerebrale, come i circuiti nervosi del cervello sono influenzati da questo difetto genetico nelle diverse fasi della progressione della malattia.
17/07/2019 Al via oggi alla Summers School dedicata alla ricerca nell’ambito della riabilitazione infantile: oltre 30 studenti provenienti da tutta Europa per 5 giorni con i maggiori esperti internazionali al corso di ricerca dell’Università di Pisa con il sostegno Pisa, 15 luglio 2019 - “Evidence based medicine and research in rehabilitation of childhood disability”, è il titolo della Summer School promossa e coordinata dal prof Giovanni Cioni, Professore di neurologia infantile e psichiatria dell’Ateneo Pisano, Presidente dell'EACD e Direttore scientifico dell’IRCCS Fondazione Stella Maris, che oggi alle ore 9 ha preso avvio al Centro Congressi Le Benedettine di Pisa nell’ambito delle Summer School che l’Università di Pisa promuove in diversi campi, quali ad esempio le materie umanistiche, l’ingegneria, la matematica, le scienze e altri ancora. Ad aprire l’evento è stato il Professor Paolo Mancarella, Rettore dell'Università di Pisa,che ha portato i saluti ai partecipanti, sottolineando l’importanza di questo percorso formativo nell’ambito di un settore rilevante delle neuroscienze.
10/07/2019 La Parrochia "La Madonna" San Romano (PI) presenta IL MIO GESU' Un Opera di Beppe Dati 15 Settembre 2019 ore 21.15 Chiostro del Convento Francescano San Romano (Pisa) Con il patrocinio della Fondazione Stella Maris
29/05/2019 Traiettorie psicopatologiche dal neonato all’adulto così l’edizione XII delle Giornate Pisane di psichiatria e psicofarmacologia clinica evidenzia le relazioni dal feto al neonato e all’adulto. Presidente la professoressa Liliana Dell’Osso, vicepresidente professor Giovanni Cioni Il 28 e 29 maggio un congresso scientifico all’Hotel Galilei (via Darsena 1)
18/04/2019 UNIC – LINEAPELLE Concerie Italiane ha donato le uova di Pasqua per i bambini e i ragazzi ospiti delle varie sedi della Fondazione Stella Maris, la consegna è avvenuta all’insegna della gioia con i clown “I libecciati” Calambrone (Pisa) - Un dolcissimo dono, in vista della Pasqua, per tutti i bambini e i ragazzi ricoverati nelle varie sedi della Fondazione Stella Maris. E’ quello che UNIC LINEAPELLE, Concerie Italiane, ha voluto fare ieri pomeriggio consegnando decine di uova di cioccolato agli ospiti dell’Istituto di Calambrone (Pisa) e dei Centri di San Miniato e di Montalto di Fauglia. Un regalo che sottolinea il percorso di responsabilità sociale che UNIC ha deciso di intraprendere a favore del IRCCS Fondazione Stella Maris, condividendo l’obiettivo di sostenere il nuovo Ospedale dei bambini che l’Istituto è in procinto di realizzare nell’area di Cisanello a Pisa. Una partnership che, come un seme, sta generando momenti di intensa collaborazione e la donazione odierna rientra in questo cammino condiviso. “Abbiamo allo studio una serie di iniziative a supporto delle attività della Fondazione Stella Maris”, dichiara Fulvia Bacchi Amministratore delegato UNIC.
Altre notizie…